La (nuova) pasta che fa bene al cuore

pasta

Gli studiosi dell’Università Federico II di Napoli hanno ideato una pasta a base di estratti di Taurisolo, ricco in resveratrolo, notando effetti positivi sulla salute cardiovascolare: il taurisolo consente il ripristino della normale funzionalità, riduce le ostruzioni vascolari, mantiene integri i vasi sanguigni

Sono diversi gli studi scientifici che confermano quanto faccia bene alla nostra salute e al nostro cuore consumare pasta e cereali. Consumare 80 grammi di cereali integrali al giorno, come pasta o pane, riduce il rischio di infarto del 21%. Il cereale più protettivo è l’avena perché contiene alte percentuali di betaglucano, una fibra che ha un’elevata capacità di ridurre il colesterolo a tavola.

Un’ulteriore conferma arriva dagli studiosi dell’Università Federico II di Napoli che hanno ideato una pasta a base di estratti di Taurisolo, ricco in resveratrolo. Gli studiosi hanno notato che su 150 soggetti esaminati gli effetti della nuova pasta sono stati molto positivi sulla salute cardiovascolare: il taurisolo consente il ripristino della normale funzionalità, riduce le ostruzioni vascolari e mantiene integri i vasi sanguigni.

 

Altre fonti: Leggo.it