Verdure di primavera: tre ricette di pasta per esaltarne il sapore

pasta carciofi

La primavera è ormai alle porte: colori, sapori e profumi si mescolano anche in cucina, in cui i prodotti della terra sono la compagnia migliore per appetitose ricette con la pasta. Ecco le verdure di primavera servite a tavola in tre semplici e gustose ricette di pasta.

Lasagna, che passione – Iniziamo la nostra rassegna di piatti stagionali con uno dei pasti preferiti dagli italiani, versatile in tante ricette: le lasagne, qui nell’edizione primaverile con le verdure di stagione arricchite da una saporita fonduta. Iniziamo proprio da quest’ultima: niente paura, è più semplice di quanto si pensi.

Ci serve un formaggio Fontal da tagliare prima a cubetti e poi da tritare. Dopodiché prendiamo un pentolino e scaldiamo il latte quasi fino a farlo bollire: poco prima versiamo il formaggio tritato e mescoliamo, aggiungendoci della noce moscata per aromatizzare.

Passiamo alle verdure: puliamo e laviamo gli asparagi, poi li mettiamo sul fuoco con le punte fuori dall’acqua, in modo tale da scolarli quando sono ancora croccanti. Procedimento simile con melanzane e zucchine: le laviamo e poi le grigliamo per pochi minuti. Possiamo decidere di utilizzare anche le taccole o i fagiolini, oltre che i fiori di zucca, eliminandone gambe e pistilli. Occorre poi una padella in cui versare dell’olio extravergine assieme a filetti di acciuga: ci aggiungiamo l’aglio schiacciato e lasciamo il contenitore a fuoco basso.

Successivamente versiamo le olive denocciolate a rondelle e pomodorini tagliati a metà. Nella cottura i pomodori vanno lasciati ancor consistenti, a quel punto inseriamo del basilico, i gambi degli asparagi a rondelle, le taccole e i fiori di zucchina. Dopo un paio di minuti spegniamo il fuoco, aromatizziamo con sale e pepe, grattugiamo il Parmigiano ed Emmentaler e mescoliamo in una ciotolina.

Torniamo alla lasagna: prendiamo una pirofila (20x30cm), poi distribuiamo dell’olio extravergine sul fondo. Ci versiamo parte delle verdure già cucinate e iniziamo a formare il primo strato di lasagne con sfoglie all’uovo. A questo punto pensiamo al ripieno: le verdure saltate in padella, unite alle zucchine e melanzane grigliate, sulle quali versiamo la fonduta di Fontal e un mix di mozzarella e provolone (o anche parmigiano ed Emmentaler).

Terminiamo allo stesso modo i tre strati e completiamo l’opera impreziosendo la lasagna con le punte degli asparagi, i fiori di zucca e il formaggio grattugiato. Prendiamo la teglia e la lasciamo nel forno preriscaldato a 180° per 30-40 minuti.

Fusilli primavera – Se amiamo la pasta riccia, possiamo optare per uno squisito piatto di fusilli in versione primaverile. Ci servono subito gli asparagi da pulire, ricordandoci di tagliare le punte e metterle da parte; allo stesso modo puliamo i carciofi, li tagliamo in quattro e li lessiamo in acqua e limone con un po’ di sale.

Vanno successivamente scolati (è consigliato al dente) e saltati in padella con olio e burro, con un po’ di vino in aggiunta. Poi frulliamo i gambi per ottenere una crema mentre in una padella cuciniamo i piselli con la cipolla, pancetta e poco burro. Insaporiamo i carciofi con la crema di asparagi e piselli e continuiamo a cuocere, mescolando continuamente e creando una salsina col il brodo necessario.

Inseriamo la giusta quantità di sale e pepe e lasciamo la fiamma al minimo; terminata la cottura aggiungiamo una spruzzata di basilico e prezzemolo. Nel frattempo cuciniamo (al dente) i fusilli, li scoliamo e li rimettiamo in pentola per condirli con metà della salsa.

Un paio di uova sbattute con il parmigiano e due infarinate di sale arricchiranno di sapore la nostra ricetta. Amalgamiamo tutto in pentola e serviamo i fusilli nei piatti fondi.

Penne variopinte – Chiudiamo la nostra mini guida di stagione con un piatto piacevole alla vista e al palato. Basterà valorizzare i frutti tipici della terra di questo periodo: per cominciare puliamo le fave e affettiamo la cipolla rossa che poi verseremo in padella con olio, cuocendola per circa 5 minuti.

Poi peliamo le carote, le tagliamo a rondelle sottili e le versiamo nel tegame, a fuoco per altri 5 minuti. Nel frattempo occupiamoci di zucchine e pomodori: le prime vanno tagliate a rondelli, dei secondi facciamo alcuni cubetti. Li versiamo in pentola, facendoli cucinare per altri 10-15 minuti circa. Poi versiamo la pasta, da scolare quando sarà al dente.

Infine inseriamo le fave per poi scolare la pasta nel tegame con il sugo di verdure. Mescoliamo bene per insaporire il tutto, ci versiamo un mestolo con acqua di cottura e condiamo la pasta con prezzemolo tritato.

 

Fonti: Giallo Zafferano, Il giornale del cibo

Tags