Ricetta da medaglia: calamarata con pesto di datterini e vongole

Calamarata we love pasta orizzontali_rid

Se è vero che alle Olimpiadi l’importante è partecipare, la pasta italiana lo fa in grande stile e conquista con merito la prima medaglia d’oro di Rio 2016. Saranno infatti 2,7 le tonnellate di pasta che verranno servite ad atleti e addetti a lavori dei Giochi brasiliani, sufficienti a preparare più di 1.000 piatti di spaghetti & fusilli al giorno per le 3 settimane di gare. Ma cosa mangeranno i pasta lover che seguiranno le Olimpiadi davanti alla tv? Noi un’idea (golosa) ce l’abbiamo: la ricetta da medaglia d’oro realizzata con l’aiuto della food blogger e pasta lover Federica  Una Blogger in Cucina,

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 350 g di pasta  tipo Calamarata
  • 1 Kg di vongole fresche
  • 500 g di pomodori datterini
  • 1 spicchio d’aglio in camicia
  • 1 sfumata di vino bianco secco
  • 50 g di pangrattato rustico
  • prezzemolo o altre aromatiche a scelta
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe o peperoncino

 

PREPARAZIONE:

  1. Immergere le vongole in abbondante acqua fredda leggermente salata e lasciare in ammollo per circa due ore, sostituendo l’acqua un paio di volte e sbattendole per eliminare tutta la sabbia al loro interno. Una volta spurgate passare le vongole  in padella con un filo d’olio, uno spicchio d’aglio schiacciato e un ciuffo di prezzemolo intero per farle aprire; sfumare con del vino bianco, coprire con un coperchio e lasciarle schiudere a fuoco medio.
  2. Rimuovere l’aglio e filtrare il sugo ottenuto per eliminare eventuali tracce di sabbia o gusci e mettere da parte.
  3. Tagliare i datterini a metà nel senso della lunghezza e cuocerli in una padella rovente con un filo d’olio e delle aromatiche a piacere. Salare leggermente e portare a cottura. In alternativa, per un gusto più particolare dal sentore affumicato, cuocere i datterini in forno a 200 gradi per circa 25 minuti.
  4. Frullare i pomodori con un frullatore ad immersione e passare al colino la salsa ottenuta per eliminare ogni traccia di buccia o semini per ottenere una coulis omogenea e vellutata.
  5. Tostare il pangrattato in una padella a parte con un filo d’olio ed eventuali aromatiche fino a che non sarà croccante e saporito. Aggiustare di sale e pepe e trasferire il crumble in una ciotola a raffreddare.
  6. Lessare la pasta in abbondante acqua salata, scolare al dente e saltare in padella con le vongole, il loro liquido di cottura ben caldo e il pesto di datterini. Aggiungere un mestolo d’acqua di cottura della pasta per legare bene il condimento e renderlo ancora più viscoso. Completa con un filo d’olio a crudo e del prezzemolo tritato fresco.
  7. Servire la calamarata con una cascata di crumble croccante a completare il piatto e una macinata di pepe.

Ora siete pronti per conquistare il podio del gusto!

Tags