La giusta porzione di pasta? Per misurarla bastano le vostre mani

mani pasta

Secondo la British Nutrition Foundation per misurare la giusta porzione di pasta basterebbero le mani

Find your balance – La British Nutrition Foundation – organizzazione britannica che si occupa di alimentazione – ha lanciato una nuova strategia che richiede solo il ricorso a palmi, dita e polpastrelli per misurare le porzioni di pasta e più in generale di cibo. È tutto contenuto in una vera e propria guida ‘Find your balance – Get portion wise‘: ad esempio una porzione di pasta al pomodoro dovrebbe stare nella coppa creata dalle due mani unite, una di spaghetti crude dovrebbe invece rientrare nello spazio delimitato dal pollice e dall’indice uniti fino a formare una circonferenza pari a due euro, e così per tutti i cibi come carne e verdure.

Il commento del nutrizionista – “Contrariamente a quanto avviene nei paesi anglosassoni, in Italia non abbiamo misure standard per tazze, posate ecc. – sostiene la dottoressa Laura Rossi, nutrizionista del Centro Ricerca Alimenti e Nutrizione – Da noi è possibile trovarne di dimensioni molto varie. Per questo motivo le porzioni nei Larn (Livelli di Assunzione di Riferimento dei Nutrienti, ndr) sono indicate soprattutto in grammi”.

Quindi è tutta questione di misura: pensate che stando agli ultimi dati il 14% della popolazione mondiale è obeso e si stima che nel 2045 lo sarà un essere umano su quattro.

 

 

Fonti: Corriere.it, British Nutrition Foundation