I carboidrati? Elisir di lunga vita

pasta

No alle diete low carb, sì a un consumo moderato di carboidrati: così facendo si vive 4 anni in più, secondo una ricerca americana

Un carboidrato al giorno allunga la vita. Uno studio condotto dalla testata specializzata “Lancet Public Health” smentisce la tesi secondo cui i carboidrati farebbero male alla salute. Tutt’altro: la ricerca americana, durata 25 anni interessando circa 15.400 americani, dimostra che una dieta a basso contenuto di carboidrati ridurrebbe l’aspettativa di vita fino addirittura a 4 anni in meno. Allo stesso modo, non bisognerebbe neanche abusarne, visto che un elevato consumo porterebbe al medesimo risultato, con un calo della longevità.

La virtù sta nel mezzo – Gli eccessi non fanno mai bene, l’indagine lo conferma. La mortalità aumenta con un basso apporto di carboidrati (40%) sul totale dell’energia alimentare acquisita o, al contrario, con un elevato consumo (70%). La soglia consigliata è a metà, tra il 50 e il 55%, analizzata in un quarto di secolo all’interno dell’indagine “Atheriosclerosis Risk in Communities Study” nell’ospedale Brigham and Women’s di Boston. I carboidrati sono compresi nello zucchero, nella frutta e nella verdura, ma la parte del leone la fanno gli amidi con patate, pasta, pane, riso e cereali. Il gruppo di persone è stato seguito per 25 anni, con due questionari sulle abitudini alimentari compilati all’inizio della ricerca e dopo sei anni.

No alle diete iperproteiche – «I dati analizzati ci dicono che le diete low carb associate a cibi animali possono portare a una minore aspettativa di vita – spiega Sara Seidelmann, assistente in medicina cardiovascolare al Brigham e Women’s Hospital – Al contrario se si sceglie di scambiare i carboidrati con grassi e proteine vegetali si promuove la salute a lungo termine. Il consumo di noci e legumi è associato a un minore rischio di mortalità».

Scendendo nel dettaglio, dopo i 50 anni l’aspettativa di vita è di circa altri 33 anni per coloro che assumono carboidrati in modo moderato, ben 4 anni in più rispetto a chi ne fa a meno o, invece, ne abusa. Al bando quindi le diete low carb, quelle in cui si eliminano i carboidrati per perdere subito peso. Sì con equilibrio a pasta, pane, cereali e patate: fanno bene al corpo, fanno bene al gusto e alla mente.

 

Fonte: Corriere.it