A dieta con il cuore

A dieta con il cuore

La dieta per il cuore è sicuramente quella mediterranea. A confermarlo anche un recente studio greco presentato al congresso di cardiologia a San Diego. La dieta mediterranea riduce della metà il rischio di sviluppo delle malattie cardiache, portando benefici diretti a qualunque età e per entrambi i sessi.

I benefici della dieta mediterranea per la salute del cuore – Nello specifico, lo studio condotto dall’Università Harokopio di Atene ha permesso di scoprire che la dieta mediterranea è capace di ridurre del 47% le possibilità di insorgenza di patologie cardiache nel corso di un lungo periodo di tempo (10 anni) nelle persone che la seguono rispetto a quelle che non lo fanno. La novità della ricerca è stata coinvolgere non solo persone di mezz’età ma una fascia molto più ampia, che andava dai 18 agli 89 anni, monitorando i dati clinici e lo stile di vita di 2500 uomini e donne dal 2001 al 2012.

Il nostro studio dimostra che la dieta mediterranea è utile per tutti, per entrambi i sessi, in tutte le età, sia sane sia con patologie e rivela anche che la dieta mediterranea ha benefici diretti per la salute del cuore, in aggiunta ai suoi benefici indiretti nel trattamento di diabete, ipertensione e stati infiammatori – ha dichiarato Ekavi Georgousopoulou che ha condotto lo studio insieme a Demostene B. Panagiotakos.

Ulteriori conferme arrivano anche dai nostri nutrizionisti, come il prof. Migliaccio che ribadisce l’importanza di una dieta equilibrata come quella mediterranea, che contempli un buon piatto di pasta: La pasta è un importante agente antistress, favorisce il rilascio della serotonina (l’ormone del buonumore) è energetica e leggera, facilmente digeribile, amica del cuore e saziante.

La dieta mediterranea riduce il rischio di sindrome metabolica – Una recente ricerca dell’Università di Atene conferma inoltre, ancora una volta, i vantaggi della dieta mediterranea per la salute. Secondo l’esito dei risultati emersi dallo studio del Journal of the American College of Cardiology (2011) la dieta mediterranea ridurrebbe il rischio di sindrome metabolica, una patologia che si associa alla presenza di almeno tre dei seguenti sintomi: pressione alta, glicemia alta, ampio girovita, colesterolo HDL basso e trigliceridi elevati.

In particolare, i ricercatori hanno scoperto che seguire la dieta mediterranea migliora tutti e cinque i fattori di rischio trattandosi di un modello alimentare basato sull’equilibrio fra gruppi di alimenti abbastanza comuni e facili da trovare che aiutano a proteggersi dalle malattie cardiache con costi limitati e che può essere facilmente adottato da ogni popolazione e cultura. Per cui ovunque vi troviate non avrete difficoltà a seguire una dieta Med-Style per prendervi cura della salute del cuore.

 

Fonti: AIDEPI; Journal of the American College of Cardiology ; Pasta for all ; Di leiAk News